mercoledì 1 aprile 2009

GRNDE GRILLO

Beppe Grillo li ha stesi tutti! Finalmente è andato intv, su LA7 e le ha dette a tutti. Non sanno rispondere quei quattro politicanti. Non sanno cosa dicono. Pdl e pdmenoelle dicono le stesse cose. Se le scrivono ma non sanno quello che dicono. Leggono il compitino, ma non sanno cosa sia. Non volgioni dire che gli inceneritori no servono a nulla se non che a creare tuori e nuovi morti. Tanto loro vivono altrove e non sanno nulla. Porteranno questi morti sulla coscenza. Intanto il pubblico li incalza e non sanno rispondere. Lo pseudo sottosegretario Pdl parla di ambiente e poi fa fare gli INCENERITORI!!! delirio puro.
Io sono stufo! non riesco neanche a scrivere per quanto sono arrabbiato da cotanta ignorana che mette in gioco la vita altrui.
Grillo dice il vero e lo dimostra l'accanimento contro di lui. Non sanno rispondere ai problemi posti da lui.
VERGOGNATEVI, VERGOGNATEVI,VERGOGNATEVI!!!

venerdì 26 dicembre 2008

BUON NATALE A TUTTI

Buon Natale a tutti. In qusti giorni sentiremo spesso queste parole. Sarà per il Natale, per S.Stefano, il capodanno e poi per l'Epifania. Ma auguri di cosa? Non sono tempi belli, semplici, facili. Sembrano quasi tempi uoi, dove la seranza di un cambiamento appare lontana anni luce. Ma se facciamo un piccolo excusrsu storico non stiamo tanto peggio delle passate generazioni, anzi...
Natale ed i giorni che seguono sono la festa della Luce. I cristiani d'occidente sapientemente si impadronirono di una festa pagana (il sole invitto) e la fecero loro vedendo nel sole che vince le tenebre la figura di Gesù che venendo nel mondo vince le nostre tenebre.
Luce è sinonimo di vista profonda di calore, di pace, e gioia. E' un annuncio per tutti. Se certamente ognuno di noi si impegnasse ad essere gioia, pace, luce, vita nelle situazioni concrete in cui vive ogni attimo ed ogni giorno, io credo che questi giorni possano assumere un significato vero e profondo per ognuno di noi.
Quello di cui abbiamo bisogno è di essere più umanni, meno sofisticati e complicati. Abbiamo bisogno di essere noi stessi e di dar vita ai sentimenti buoni che ognuno di noi ha dentro. Tutto quello che di buono abbiamo dentro andrebbe messo un pò in comune. Questo significa essere overi nello spirito, questo significa vivere il Natale. E questo è possibile a tutti.
Allora voglio augurare buon Natale a tutti, perchè ognuno di noi ha qualcosa di buono. Sta a lui decidere di condividerlo o tenerlo per se.
Buon Natale

giovedì 30 ottobre 2008

domenica 19 ottobre 2008

un uomo di Pace

Quando Gesù comincia a percorrere le strade della Palestina crea una confusione che non ti dico.
Lo scontro con i farisei ( i separati, quelli che non vogliono mischiarsi con coloro che non rispettano la legge: una specie di partito composto da artigiani e piccoli commercianti, la classe sociale alla uale appartenev Gesù) è immediato, perchè impongono una religione infarcita di obblighi che soffocano la povera gente.
Per di più. questi signori predicano bene e razzolano male: opprimono e rapinano le vedove(la categoria sociale più debole: non c'era la pensione al tempo di Gesù e una donna rimasta sola non aveva mezz per difendersi), e abbandonano persino i genitori anziani con la scusa falsamente devota di aver offerto i loro beni al tempio.

Non meno immediato è lo scontro con gli scribi: gli intellettuali del tempo - reclutati in genere tra i farisei - che conoscono benissimo la Bibbia, ma non la mettono in pratica.
Altrettanto forte è lo scontro con i sacerdoti: i discendenti della famiglia di Levi, quelli che comandano, sebbene sotto il controllo del procuratore romano, perchè sfruttano il potere a loro esclusivo vantaggio. Perfino il tempio per loro è un'occasione di guadagno.
Gesù li svergogna pubblicamente e clamorosamente scacciando i mercanti dal tempio e i cambiavalute che, con il permesso interessato dei lorsignori( ci prendevano il pizzo!9 trafficavano nel tempio.

E con i sadducei: i componenti delle famiglie nobili e ricche appartenenti alla classe sacedotale?
Gesù spiattella loro in faccia che entreranno nel regno di Dio quando un cammello entrerà per la cruna di un ago.

Nemmeno con la folla, Gesù è tenero quando si accorge che lo segue per mangiare a sbafo.

Un...tipetto così è un uomo tranquillo? un uomo di pace? Tranquillo non di certo. Di pace si. A patto che la pace sia quella che intende lui.
qual è questa pace? La pace di Gesù è costruire il mondo come Dio lo ha pensato: giusto,bello,ospitale per tutti i suoi figli. La sua pace è : giustizia, rispetto reciproco, attenzione ai più deboli e ai poveri, perdono, amonia tra le creature, e fra di esse e il creatore.
E' la pace che nasce dalla lotta quotidiana contro l'egoismo, non dal sonno del menefreghismo.
Una pace che non rassomiglia nemmeno lntanamente a quella di chi non vuole fastidi e rogne, e perciò non si impiccia degli affari degli altri, non vede, non sente, non parla, non c'era, perchè quand sta bene lui, degli altri proprio...

venerdì 17 ottobre 2008

Dove è finito Gesù di Nazareth

Dove è finito Gesù di Nazareth? No ditemi in cielo perchè questo significa non aver capito nulla di Lui nè del cristianesimo.
Allora dove è finito? dovri chiederlo ai cristiani di tutti i giorni? forse. Loro di sicuro lo sanno meglio di tanti addetti ai lavori. Tanti cristiani anonimi sono meglio d tanti che di tale nome si frgiano ogni giorno.
Devo chiederlo soprattutto ai pastori che siedono sulle nuove cattedre di Mosè. Lo chiedo ai parroci della mia città Sorrento e al vescovo Cece. DOve è finito Gesù? lo avete relegto nei riti sterili della settimana, nel rito domenicale dove la parola non arde più i cuori. Lo avete relegato nelle canoniche lussuose mentre la povera gente di ogni giorno stenta ad arrivare a fine mese. Lo avete relegato nei dogmi e nelle strane ritualità legate a tradizioni che non hanno più senso. E' stato messo nei treni per Lourdes e nei miracolifici dei santuari. Ma questo non è vangelo! Gesù stava tra la gente, ne condivideva ansie e dolori. Gioie e traguardi. Gesù era uno tosto che non si teneva nulla dentro ma lo diceva chiaro e tondo. Era uno che sapeva scegliere da che parte stare: se da quella del potente o da quella del povero. Voi invece vi siete schierati dalla parte del silenzio che uccide il debole e fortifica i forte!
Oggi più che mai c'è bisogno che i cristiani escano dal silenzio e ritornino a vivere la Parola. Una Parola che è Gesù. Abbiamo bisogno di gente che sia Gesù, che si comporti come lui, che prenda posizione come lui, che cambi la storia come lui.


Inizio oggi su questo blog una rubrica sul ver volto di Gesù, così chiunque potra smascharare i falsi pastori e i falsi cristiani che bloccano il cambiamento delle coscienze e delle comunità.

Coraggio, il tempo della nostra ingiustizia sta finendo...

mercoledì 8 ottobre 2008

E' tempo di partecipare

Gli appelli a firmare a volte sono troppi e molte volte sono fastidiosi. Bsogna spostarsi, informarsi su cosa si firma, cercare di convincersi che sia una cosa giusta. A volte poi pensiamo che le cose a cui siamo chiamati a dare un sostegno, in realtà non ci interessino più di tanto.
Beh, questa è una tentazine sottile ma forte.
Io come uomo,cittadino,cristiano ho deciso di firmare per il referendum contro il vergognoso LODO ALFANO. Una legge vergognosissima e discriminante verso tutti i cittadini veri ed onesti.
Una legge porcata contro gli uomini e le donne di buona volontà.
Invito tutti quanti voi a trovare il posto più vicino a casa vostra per informarvi e firmare.
A lato trovereto un logo che vi aiuterà nell'informarvi e nel trovare il posto più vicino per firmare.

sabato 20 settembre 2008

MEETUP

Sono un cristiano ma non un bigotto. Credo che i valori cristiani, cioè quello che fatto e detto Gesù siano importanti e che abbiano ancora molto da dire agli uomini di oggi e di domani.
Non credo nelle chiesa ammuffite e nostalgiche ma nella Chiesa che sa ascoltare la Parola ed incarnarla nel quotidiano. Così facevano gli apostoli ed i primi cristiani. Proprio per questo (storicamente provato, vedi perecuzioni) erano simpatici al popoli ed antipatci ai forti ed ai potenti.
Oggi le cose sono invertite.I cristiani, Papi,vescovi,preti,laici (fatte le debite eccezoini) sono ben voluti dai forti e potenti e mal voluti dal popolo. Non credo Dio stia apprezzando.
Lo vedo tutti i giorni. Vedo preti della mia città che vanno a braccetto col potere economico e politico e si dimenticano del povero e dell'intigente.
Perchè? non lo so. Di sicuro hanno smarrito la Parola di Dio ed il senso di Gesù Cristo.
Proprio per questo ho aperto un Meetup. (trovate il logo a fianco) qui possiamo scambiare opinioni e organizzare degli incontri da vicino per chi fosse interessato.
Sarei grato se diffondeste l'iniziativa. Se tutti i cristiani di oggi oltre che a dichiararsi tli lo fossero realmente...moltissimi problemi non ci sarebbero. Pensate se davvero tutti i cristiani mttessero il povero a centro: ce ne sarebbero ancora? e se davvero mettessero al centro la pace, ci sarebbero tutte queste guerre? credo molte di meno...
meditiamo gente, meditiamo.
Grazie